al rifugio Passo Santner m. 2741, col sentiero 542 che per la Gola delle Torri passa dal rifugio Re Alberto I al Gartl m. 2621 – ore 1.20 al rifugio Bergamo m. 2134, sentiero 584 fino al rifugio Passo Principe m. 2599, indi 3\A che scende nella conca del Principe – ore 1.45 The second half of the trail (No. sentiero per rifugio re alberto. Attraverso il sentiero n° 542 via ferrata del Santner (difficolta’ media) si raggiunge l’omonimo rifugio (2734 m), si prosegue quindi per il rifugio Re Alberto (2.627 m) ai piedi delle Torri del Vajolet e discesa fino al Rifugio Vajolet (2.243m). Si ritorna per lo stesso percorso fino al rifugio Gardeccia. Scarica la traccia GPS e segui il percorso su una mappa. Bellissima escursione nel Gruppo del Catinaccio con partenza da Pera di Fassa. Da qui si risale la gola delle torri con il sentiero 542 fino al rifugio Re Alberto 1° (45 min). 546, 1 ora circa) e da qui, con una deviazione a sinistra (sent. Percorso. Subito dopo i rifugi Vajolet si trova sulla sinistra la deviazione del sentiero 542, un sentiero classificato per escursionisti esperti perchè si trovano dei tratti attrezzati con cordini metallici e tratti di roccia. Si oltrepassano, e poco dopo a sinistra, si prende il sentiero 542 che vi porterà in 1 ora al rifugio Re Alberto I° (2621 m). Sostanzialmente ci sono due alternative per arrivare a piedi al rifugio Passo Santner: una seguendo la via ferrata Santner e l`altra salendo dalla Val di Fassa passando per il rifugio Vajolet e Re Alberto. Da Pera di Fassa si prende l’impianto di risalita fino a Pian Pacei. Il Gruppo del Catinaccio, Rosengarten in tedesco e Ciadenac in ladino, è uno dei più belli delle dolomiti fassane. Dal Rifugio Vajolet si deve prendere il sentiero CAI 542 e risalire per il ghiaione che porta al rifugio Re Alberto I ad un'altezza di 2621 metri. From here, a comfortable forest path (no. Arrivate al rifugio Passo Santner per godervi il panorama sulle Torri del Vajolet. Dal Rifugio Re Alberto I° o dal rifugio Passo Santner si ha una stupenda vista sulle sei Torri del Vajolet. 540 (about 30 minutes). Dal Passo Santner, seguendo il sentiero 542 ci si affaccia sulla conca del Gartl con le monumentali Tre Torri del Vajolet. Da Vigo di Fassa: con la funivia Catinaccio e poi per il sentiero 540 (30 min. Si parte dal Pian Pacei (1800 m), dove arriva l’impianto di risalita Vajolet, e si prende il sentiero che porta in 40 minuti al rifugio Gardeccia (1949 m). From there, take path no. Route Catinaccio-Rifugi Gardeccia, Vajolet, Re Alberto 1°, Santner e Roda di Vael dal Ciampedie - Vigo di Fassa, Trentino-Alto Adige (Italia) Gita effettuata il 17 Agosto 2018 Oggi parto direttamente dall'albergo a Vigo di Fassa e vado alla stazione della funivia in centro al paese. Rapidamente si raggiunge il laghetto e il Rifugio Re Alberto (2700m) ai piedi delle celebri Torri. È ora di pianificare le vacanze e qualche nuova idea non guasta, noi vi aspettiamo pronti ad accogliervi e, dove necessario, consigliarvi su cosa è meglio fare. Si ritorna per lo stesso percorso fino al rifugio Gardeccia. Un’altra ora seguendo il sentiero EE (escursionisti esperti) 542 per arrivare al Rifugio Re Alberto (2621 metri), che permette di ammirare le Torri del Vajolet in tutta la loro bellezza! Dal rifugio Vajolet o Preuss si prende il sentiero verso nord, e quasi subito, al bivio, si prende a sinistra il sentiero 542, che inizia subito a salire in un ampio vallone, compreso tra Punta Emma e Cima Catinaccio / Rosengartenspitze da un lato, e l'insieme delle Torri del Vajolet dall'altro. sentiero per rifugio re alberto. Tabacco 06 VAL DI FASSA - DOLOMITI FASSANE, Muovi le frecce per aumentare il dettaglio, Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette, Scopri la destinazione: Sentiero alpinistico in Val di Fassa. » Pera di Fassa: by chairlifts Vajolet 1, Vajolet 2 and Pian Pecei and then by forest trail (about 30 minutes). Percorso. 542, 50 minuti), si sale fino al rifugio Re Alberto 1°. Percorso Da rifugio Gardeccia a rif. Guadagnando quota si iniziano a scorgere le sagome sempre più nette delle straordinarie Torri del Vajolet. 546) leads to the Vajolet hut (2243 metres), which takes about 1 hour. Il percorso consiste in roccette, in parte attrezzate su tratti di sentiero friabile esposto. La salita è assai ripida e supera alcuni brevi ma faticosi risalti rocciosi. Proseguendo per circa 15 minuti lungo il sentiero 542, si arriva al rifugio Passo Santner a 2.734 m e all’ononimo passo. 542, along the via ferrata Passo Santner until you reach the pass of the same name (at an altitude of 2.734 metres, duration: 2 hours). Rifugio Re Alberto 1° a 2621 metri, nel gruppo del Catinaccio, in Trentino - Alto Adige Diamo il benvenuto ad alpinisti, escursionisti e amanti della montagna in un ambiente cordiale fra le … From the hut Fronza Coronelle you can choose between the following hiking trails to reach the hut Re Alberto 1st: » Put on the obligatory mountaineering equipment (helmet, climbing harness with ropes and shock absorbers) and proceed to path no. Da qui parte anche l’impegnativo sentiero 542 che conduce sino alle world-famous Torri del Vajolet ed al celebratissimo Rifugio Re Alberto (m. 2621): data però la sua difficoltà, non è consigliato raggiungerlo con bimbi piccoli, dato che vi sono parecchi tratti con cordini (che facilitano il transito). But please keep in mind that this is the only way to get down from the Re Alberto 1° hut. 552-549 (duration: approx. 541 to the Vajolet hut (duration: 1.30 hours). Dal lato Altoatesino: Arrivare al rifugio Re Alberto 1° partendo dalla località Gardeccia è una stupenda gita di una giornata al cospetto delle cime più famose delle Dolomiti. » Go up to the Passo delle Coronelle/ Tschagerjoch on path no. Nulla di complicato, ma è necessario non soffrire di vertigini…. From there, take path no. Si continua in salita e dopo circa 20 minuti si arriva al rifugio Passo Santner … in salita verso il rifugio re alberto Ma la nostra escursione non è ancora finita: rimane l'ultimo tratto, quello più impegnativo e che ci condurrà al rifugio Re Alberto. » Passo Costalunga / Karerpass: by Paolina chairlift and via the Masarè route No. Il sentiero è segnalato come un “sentiero per escursionisti esperti” in quanto si articola in una pendente salita tra le rocce. Dal rifugio Vajolet o Preuss si prende il sentiero verso nord, e quasi subito, al bivio, si prende a sinistra il sentiero 542, che inizia subito a salire in un ampio vallone, compreso tra Punta Emma e Cima Catinaccio / Rosengartenspitze da un lato, e l'insieme delle Torri del Vajolet dall'altro. Una volta scollinato, si scende un ghiaione ben segnato e si imbocca la deviazione per il sentiero 541 verso il rifugio Vajolet (1,30 ore). Si oltrepassano, e poco dopo a sinistra, si prende il sentiero 542 che vi porterà in 1 ora al rifugio Re Alberto I° (2621 m). Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici. Località vicine: rifugio passo Santner a 10 minuti - rifugio Vajolet e Preuss a 40 minuti - rifugio Passo Principe a 1 ora Periodo di apertura: 20 giugno - 20 settembre Difficolta: medio/facile Partenza: Rifugio Gardeccia, raggiungibile con servizio navetta da Pera di Fassa. Ora si prosegue verso il Rifugio Re Alberto imboccando a sinnistra il sentiero 542 che si inerpica su un ghiaione adagiato ai piedi della parete nord del Catinaccio. Dalla località Gardeccia si prosegue fino al rifugio Vajolet (sentiero n.546, 1 ora circa) e da qui, con una deviazione a sinistra (sentiero n.542, 50 minuti), si sale fino al rifugio Re Alberto 1°. Gola delle Torri. Si continua in salita e dopo circa 20 minuti si arriva al rifugio Passo Santner (2734 m). Il percorso per il passo Santner non presenta difficoltà tecniche. » Vigo di Fassa: take the Rosengarten cable car and then follow path no. il sentiero 542 che va dal Rifugio Vajolet al Rifugio Re Alberto 1° è consigliato ad escursionisti esperti. 550 with easy to moderate difficulty (duration: 45 minutes). 542 through the “gorge of towers” up to the Rifugio Re Alberto 1° (45 minutes). Di Rifugio in Rifugio: 13 proposte di trekking. 01-08-2012 Su Facebook la pagina dell'Associazione! Dolomiti Trentine. Dal rifugio Vajolet o Preuss si prende il sentiero verso nord, e quasi subito, al bivio, si prende a sinistra il sentiero 542, che inizia subito a salire in un ampio vallone, compreso tra Punta Emma e Cima Catinaccio / Rosengartenspitze da un lato, e l'insieme delle Torri del Vajolet dall'altro. Percorso. Si oltrepassano, e poco dopo a sinistra, si prende il sentiero 542 che vi porterà in 1 ora al rifugio Re Alberto I° (2621 m). 542 through the “gorge of towers” up to the Rifugio Re Alberto 1° (45 minutes). e prendiamo sulla sinistra il sentiero 542 che, risalendo ripidamente il canalone, ci porterà al rifugio Re Alberto Dal rifugio decidiamo di salire al successivo rifugio (Passo Santner) dove c’è un punto panoramico Si può salire qui anche per la via ferrata Ora si ritorna al … Montagne. Il sentiero che sale è un po' esposto ed abbastanza ripido e in alcuni tratti c'è il cordino metallico per aiutarsi per la salita. Gruppo del Catinaccio. circa) fino a Gardeccia. Così facendo si risparmiano 500 m di dislivello. Tramite pulmino in partenza da Pera di Fassa si arriva al rifugio Gardeccia (mt 1949) ove parte il sentiero 550 che, attraversando la Val Gardeccia, porta alla Forca de Davoi ove prendiamo a dx per il sent. Dalla località Gardeccia si prosegue fino al rifugio Vajolet (sent. Qui prendete il sentiero che passa per il rifugio Catinaccio e si ritorna al punto di partenza. In un’ora circa tutto lo sforzo fisico viene ripagato dalla maestosità delle Torri del Vajolet e dallo scenario “lunare” della conca dove sorge il Rifugio Re Alberto I a quota 2.621 mt. Punto piu' alto: Rifugio Re Alberto mt. Immaginate di aver appena terminato l’escursione fino al Rifugio Vajolet dopo essere sopravvissuti al peggior sentiero che l’inferno potesse progettare per grigliarvi e di avere un ginocchio maciullato giusto il giorno prima dal Sassopiatto.Ecco, in questa situazione, non avreste continuato a camminare anche voi e non avreste raggiunto il Rifugio Re Alberto? Video dell'escursione: https://youtu.be/JNDUM3jyOmQ, Pozza di Fassa impianto di risalita Vajolet, Aggiungi il primo contributo della Community. Da qui si segue per poche decine di metri il sentiero 584; al bivio con il sentiero 542 (ben segnalato) per il rifugio Re Alberto I° si gira a sinistra e si inizia subito a salire lungo il ripido canalone roccioso, attrezzato in alcuni tratti per facilitare il cammino. Si continua in salita e dopo circa 20 minuti si arriva al rifugio Passo Santner (2734 m). 542) leads up a path full of rocks and gravel; the most challenging passages are supported by a convenient iron rope which allows both adults and children to cross safely. Finally you reach the Re Alberto 1° hut in 15 minutes on a good path. » Nova Levante / Welschnofen: take the cable car Nova Levante and the chairlift King Laurin. There are no particularly dangerous spots and there is no need for climbing equipment. Dal Rif Gardeccia al Rif Re Alberto I° Torri Vajolet. Rifugio Vajolet – Rifugio Re Alberto Dal Rifugio Vajolet è quindi necessario proseguire sulla sinistra per il sentiero 542 in direzione Rifugio Re Alberto (2621mt). 2620 Descrizione del percorso/i per raggiungere il rifugio: 1 hour), » Passo Nigra / Nigerpass - Frommer Alm: with the King Laurin chairlift. Qui si continua sul 546 e si arriva in 1 ora ai rifugi Preuss e Vajolet (2243 m). Re Alberto 1 10/07/2014 di Escursionismo in Muncion, Trentino - Alto Adige (Italia). Partendo dal rifugio Gardeccia, la prima metà del cammino (sentiero n. 546) si snoda su una comoda strada sterrata fino al rifugio … Once you have crossed the hill, you descend a well-marked gravel path and take the junction of path no. Le meraviglie delle Dolomiti!